Orchestra Marco Zeta

Ciao, sono Marco, approfitto di questo spazio per parlare un po’ con voi e raccontarvi come è nata la mia orchestra, attraverso un lungo percorso umano ed artistico. Ho trascorso la mia infanzia in un ridente paesino del Monferrato, Montafia d’Asti, dove i miei genitori gestivano un complesso turistico con sala da ballo e ristorante. Il giusto connubio: buona cucina, buon vino e bella musica…. PIEMONTESE D.O.C.!!! La musica, gioco-forza, come vedete ha sempre fatto parte della mia vita e la mia adolescenza è trascorsa tra la scuola alberghiera di giorno e le serate al seguito dei miei grandi idoli: le orchestre di Franco Bagutti e Mauro Rizzi. Un gran dilemma! Continuare la tradizione di famiglia o uscire dagli schemi e assecondare quella, che poi ho scoperto essere la mia grande passione: il canto! E’ buffo pensare che è un locale di karaoke a tenere a battesimo le mie prime esibizioni canore, dove, una sera mi sente il musicista di un’orchestra locale e mi chiede di andare a cantare con il suo gruppo. In seguito decido di incidere una musicassetta contenente i grandi successi dei miei idoli. Il caso e un pizzico di fortuna, la fanno finire nella mani del grande Mauro Rizzi che, mi spinge a trasformare la mia passione in quella che oggi è la mia professione. Grazie a lui ed al compianto Isidoro Saitta, entro a far parte dell’orchestra di Claudio Piscina, avendo così l’occasione di cantare allo “Studio Zeta”. Dopo una breve esperienza con Ivo Giglian, papà di Gigliana l’incontro con Angelo Zibetti, patron di “Radio Zeta” e “Studio Zeta”, cambia il mio percorso artistico. Il mitico Angelotto, in quel periodo produttore dell’orchestra Pagina d’Album, sta cercando una voce maschile da affiancare a Viviana; ed è ancora Mauro Rizzi ad insistere perché la scelta cada su di me. E’ a lui, quindi, che devo dire un infinito Grazie davvero di cuore. Con “Pagina d’Album” inizia il mio percorso professionale. Viviana, Pedro e Palma non solo mi hanno insegnato molto dal punto di vista professionale, ma mi hanno fatto sentire parte della loro famiglia. Dopo circa 10 anni trascorsi con loro, una nuova svolta, ancora più grossa della prima…… l’Angelotto sostiene che è arrivato il momento di avere un’orchestra con il mio nome. La proposta è favolosa ma l’appellativo “La Voce di Radio Zeta” è oltremodo impegnativa.  Con la sua attenta guida, dai progetti e dalle idee, si passa ai fatti; in poco tempo con il supporto di Eurozeta, Alessandro Benericetti e Luigi Beghini formo il gruppo, si organizza l’impianto scenico e il 24 aprile 2003, segna il debutto della mia orchestra allo Studio Zeta. Grande successo di pubblico ma soprattutto un’emozione intensa e profonda che non dimenticherò mai; finalmente calcavo le orme dei “grandi nomi” dai quali ho ereditato la grande passione per la musica. Lungo la strada, alcuni componenti hanno scelto percorsi diversi, altri continuano ad essere figure importanti del gruppo; di tutti conservo un buon ricordo ed una grande stima. Oggi la mia orchestra è composta da nove elementi, giovane e simpatica che riesce a coinvolgere in ogni serata il pubblico sempre più numeroso ed affezionato sia a me che alle mie voci soliste, fresche e giovani di Grazia e Cristian. Il nostro genere musicale vanta un repertorio a 360 gradi che va dal liscio alle canzoni melodiche popolari ai grandi successi della musica leggera passando poi dai balli di gruppo ai ritmi scatenati della dance anni 60-70-80 ed ai grandi successi della disco attuale. Il tutto circondato da un impianto notevole di luci che regolano una spettacolare scenografica ed una atmosfera magica. Dopo anni di intenso lavoro la grande soddisfazione di partecipare al Microfono d’Oro e la gioia di salire sul terzo podio nel 2011 con la canzone “Perché l’Amore” e poi non ultimo la grande emozione di essere arrivato “Vincitore al Microfono d’oro 2012” con la canzone “LE PAROLE CHE NON TI HO DETTO MAI” scritta da due grandi autori Pietro Galassi e Matteo Gaggioli, che con immenso piacere ed onore sono i miei Produttori Artistici. Dopo questa vittoria inaspettata piena di forti emozioni, la nuova Produzione Artistica di P. Galassi e M. Gaggioli decidono che è giunto il momento di preparare una nuova produzione discografica di prossima uscita. Spero di non avervi annoiato troppo, ma permettetemi di ringraziare tutti i miei ragazzi “il motore dell’orchestra” ed i ragazzi di radio Zeta che mi sopportano, Angelo Zibetti per aver creduto in me, gli autori delle mie canzoni, gli impresari che mi fanno lavorare e tutti gli addetti ai lavori, la mia casa discografica, la mia Produzione Artistica e non meno il mio mitico e unico Fans Club che con sacrifici è sempre presente e mi sostiene nelle serate, e tutto il pubblico che viene ad ascoltarmi e ballare. Grazie di cuore, un abbraccio e un bacio a tutti